Domani nella battaglia pensa a me

Domani nella battaglia pensa a me, quando io ero mortale, e lascia cadere la tua lancia rugginosa. Che io pesi domani sopra la tua anima, che io sia piombo dentro al tuo petto e finiscano i tuoi giorni in sanguinosa battaglia. Domani nella battaglia pensa a me, dispera e muori.

"La storia si svolge a Madrid e ha come protagonista Víctor Francés, sceneggiatore cinematografico e televisivo. Il romanzo prende avvio da un'avventura erotica tra Victor e Marta, una giovane donna sposata da poco conosciuta. Il marito di Marta, Eduardo, è a Londra per lavoro e Victor cena a casa di Marta. Al termine della cena, dopo i primi convenevoli amorosi , la donna comincia a stare male e muore tra le braccia di Victor. Lo sceneggiatore non sa come comportarsi. Medita a lungo cosa fare del bambino di due anni che dorme ignaro; è incerto se avvisare o meno il marito. Decide di andarsene dopo avere lasciato del cibo al bambino e aver fatto un timido tentativo di telefonare al marito, subito interrotto per non essere in grado di sostenere la conversazione.

Unico testimone della morte di Marta, Victor sente la responsabilità di essere il custode delle sue ultime volontà e decide di entrare in contatto con il marito, la sorella e il padre della donna. In particolare, stabilisce un rapporto molto stretto con la sorella, Luisa, raccontandole gli ultimi attimi della vita di Marta e rivelandole tutte le paure, le incertezze ed i dubbi da lui provati in quel frangente.

Il successivo colloquio di Victor con il marito, Eduardo Deán, rivela come gli eventi di quella notte e il silenzio del giorno successivo avevano determinato un susseguirsi di accadimenti che sarebbero stati ben diversi se la morte della moglie gli fosse stata comunicata immediatamente. La mancata informazione aveva però permessoa Deán di capire l’inganno di cui era vittima: una scoperta pagata però a caro prezzo visto poiché nell’arco di poco più di venti ore egli perde sia la moglie che l’amante.

Il risultato finale è di una grande e tragica beffa in cui gli uomini, nella vita e nella morte, rappresentano delle pedine di un gioco oscuro, di cui non possono e non sanno capire il senso. Ogni cosa sembra così moltiplicarsi in una poliedricità inesauribile di interpretazioni alternative e possibili.”

Un’opera decisamente interessante in cui le emozioni, le fantasie e le sensazioni di Victor coinvolgono completamente il lettore. Lo stile di Marias non è dei più semplici: all’inizio il suo ampio periodare comporta qualche fatica, la lettura non procede spedita, il ritmo è lento, i flussi di coscienza del protagonista ritornano spesso su se stessi. Superate le prime pagine, così come mi era già accaduto con il portoghese Saramago, ho apprezzato notevolmente il romanzo da consigliarne sicuramente la lettura.

Marias mostra un’indubbia capacità a rappresentare i flussi di coscienza di Victor, i suoi tortuosi percorsi, le sue ambiguità, le mille sfaccettature e possibilità con cui essa percepisce la realtà circostante. Emblematico, in questo senso, l’episodio della prostitua Celia che a Victor sembra essere la ex moglie Victoria. L’autore non chiarisce il dubbio e lascia il lettore, così come Victor nell’incertezza se il colloquio, l’abbordaggio, le parole della giovane moglie/prostituta sono finzione o se invece tutto corrisponde al normale approccio dell’amore prezzolato.

Mi fermo qui e lascio la parola all’autore stesso che nell’epilogo del romanzo delinea in modo estremamente efficace il senso del romanzo soffermandosi, più in generale, sul significato della letteratura e del rapporto di questa con la realtà.

preso da: http://digilander.libero.it/nicolotti/Marias/battaglia.htm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...