Soldi Sporchi

Tempo fa avevo come compito di scrivere una recensione sul film Soldi Sporchi cercando dei collegamenti con la tragedia greca.

Nel film Soldi Sporchi possiamo trovare molti elemente che ci riconducono alla tragedia greca, infatti da esso si può ricavare un filo conduttore tra queste due forme d’arte, il cinema moderno e il teatro antico.

Hank Mitchel, protagonista principale ( nella foto), riassume dietro il suo ruolo tutti i punti fondamentali che caratterizzano la tragedia: quello che salta subito all’occhio è l’ άτη (ate), è lui infatti che prende la decisione definitiva di tenere i soldi per potersi rifare una nuova vita e sarà lui che pagherà più duramente questa decisione.

Inoltre anche l’ ύβρις è facilmente ritrovabile: il protagonista nel susseguirsi della vicenda si macchia di vari omicidi, i quali gli sembrano inevitabili nel momento in cui li compie: un passante ucciso perchè seguiva una volpe che era andata nelle vicinanze dell’aereo, il terzo complice e sua moglie perchè sapevano troppo riguardo al primo omicidio e infine il finto agente dell’FBI ucciso per altri motivi, nella prima uccisione il regista rende molto bene l’accecamento del protagonista, l’esitazione che ha all’inizio, il terrore nei suoi occhi e il fatto che non riesce a guardare in faccia la vittima mentre la uccide, cosa che invece farà negli omicidi successivi fino ad essere completamente impassibile e determinato nell’uccisione del finto agente.

Si può pensare inoltre che ci sia una specie di άτη πρώταρχος tra i primi possessori dei soldi ed Hank e agli altr, come se i soldi stessi avessero fatto da tramite; infatti i primi avevano la colpa di aver ucciso la bambina da loro presa in sequestro anche se avevano ricevuto i soldi del riscatto, e anche loro non sono stati risparmiati, infatti come si può vedere nel film uno muore in seguito all’incidente, l’altro invece viene ucciso dal protagonista.

Un altro elemento della tragedia greca che si può ritrovare in questo film è il fatto che il protagonista comprende solo dopo l’errore commesso, quesro lo si può capire ascoltando la voce narrante all’inizio quando dice che un tempo era un uomo felice, ma non se ne era mai accorto fino a quando non aveva perso quell’equilibrio sul quale la sua vita si basava.

Nel susseguirsi degli avvenimenti si può notare come ci sia un destino già scritto tutte le cose che i protagonisti compiono non sono del tutto libere ma seguono una linea già prescritta, l’uomo viene visto come in balia del destino di Jacob, cioè quello di dire al poliziotto di aver sentito il rumore di un aereo, dovranno imbattersi successivamente nel rapitore. L’accecamento provocato dal ritrovamento dei soldi lo si vede in modo limpido negli atteggiamenti della moglie di Hank, la quale all’inizio rifiuta solo l’idea di poter prendere dei soldi ritrovati incustoditi in mezzo ad un bosco, ma alla fine tenta in tutti i modi di persuadere il marito a non disfarsi dei soldi, sia a parole dicendogli che senza si essi avrebbero condatto una vita miserevole, sia disperandosi quando lui prende la decisione definitiva, cioè quella di bruciarli, dopo aver scoperto che la polizia aveva un quarto dei codici dei soldi.

All’interno di questo film si può anche vedere un piccolo riassunto di tutta la vicenda; questo è rappresentato da ciò che accade alla volpe, infatti i una delle prime scene c’è una volpe che entra in un pollaio per procuarsi del cibo, successivemente sarà sempre in secondo piano, quando viene investita da Jacob prima del ritrovamento del denaro ( successo proprio a causa di questo), quando verrà inseguita da un uomo ( quello che verrà ucciso per primo da Hank) e infine quando la si vede impagliata nel salone del barbiere, non a caso la volpe rappresenta la furbizia e compie gli stessi crimini dei protagonisti cioè quello di uccidere e rubare.

Ultimo elemento che si ripete in tutto il film è la presenza dei corvi che preannunciavano tutte le scene fondamentali ( ritrovamento, la decisione di tenere i soldi e le varie uccisioni), e questa presenza viene enfatizzata da una frase detta da Jacob ” Aspettano soltanto che qualcuno o qualcosa muoia”

2 comments

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...